L'Elefante S.C.S. | Elefante Viola
15755
page-template-default,page,page-id-15755,page-parent,page-child,parent-pageid-15717,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Servizio L’Elefante Viola

 

Collocamento Atipico

 

Responsabile: Dott.ssa Carla Di Febbo

 

Il servizio “L’Elefante Viola”, in sinergia con il centro clinico, eroga un servizio di secondo livello,
ossia di supporto all’attività dei Servizi sociali dei Comuni che allontanano minori da famiglie in situazioni di
grave disagio. Il cuore innovativo del servizio è il collocamento dei minori presso nuclei familiari
selezionati, formati e sostenuti per tutto il percorso di accoglienza dai professionisti dell’associazione e da
un educatore professionale nel ruolo di tutor, dando vita ad un gruppo di case famiglia che assicurano ad ogni minore il diritto di vivere in un contesto con dimensione familiare fino al ritorno in famiglia, o ad una possibile adozione.

Vantaggi Psicosociali del servizio
  • la presenza del tutor e dell’équipe professionale garantiscono il sostegno professionale alla famiglia
    che accoglie e al minore, che si rapporta a nuove figure di riferimento, assicurando, dove
    richiesto dall’autorità’ giudiziaria, il legame con la famiglia d’origine.
  • il costo della retta è inferiore rispetto a quello di altri servizi offerti sul territorio. Inoltre, una parte, se non necessaria a coprire le esigenze quotidiane del minore, sarà messa a sua disposizione su un conto vincolato fino alla sua maggiore età.
Come diventare famiglia che accoglie?

Possono offrire la propria disponibilità: famiglie, coppie, singoli. Requisiti essenziali sono:

• uno spazio nella propria vita e nella propria casa per accogliere un’altra persona in difficoltà;

• la disponibilità affettiva e la volontà di accompagnare per un tratto di strada più o meno lungo un bambino o un ragazzo, senza la pretesa di cambiarlo, ma aiutandolo a sviluppare le sue potenzialità e valorizzando le sue risorse;

• la consapevolezza della presenza e dell’importanza della famiglia di origine nella vita del bambino.

Si può fare richiesta o chiedere informazioni contattando l’associazione ai numeri disponibili o tramite mail, o recandosi direttamente presso la sede operativa di Atri.

La figura del tutor

Ciascuna famiglia collocataria e il minore avranno un educatore di riferimento con il quale interfacciarsi e che avrà la funzione di tutor. Il tutor è un educatore professionale che svolge il suo lavoro sul territorio nella rete delle famiglie che accolgono. Compiti di questa figura sono :

  • la gestione del minore sotto aspetti organizzativi e sociali;
  • il supporto della famiglia ospitante, prestando massima attenzione alle dinamiche interne.

MODULISTICA IN FORMATO WORD PER LA RICHIESTA DI PRESA IN CARICO DA PARTE DEGLI ENTI

Il modello per la richiesta di presa in carico dev’essere copiato su carta intestata dell’Ente che effettua la richiesta, compilato in tutte le sue parti e inviato per email, o consegnato a mano. E’possibile scaricare QUI il modello.